15 apr 2021
Consulenza

Riaperture e zona gialla: possibili scenari

Cosa succederà in Italia nel corso delle prossime settimane in merito al ritorno in zona gialla e alle possibili riaperture in anticipo? Ecco tutte le informazioni che sono state rese note fino a questo momento.

Venerdì 16 aprile 2021 è prevista la cabina di regia che si occuperà di stabilire i prossimi passi relativi all’allentamento delle misure anti-covid e alle ripartenze

Tra le ipotesi più probabili, circola quella di un possibile ritorno alla zona gialla nelle Regioni in cui siano presenti i parametri che possano permetterlo, anche se non si sono ancora certezze sulle date. 

Vediamo di seguito quali sono le informazioni trapelate fino a questo momento e quali potrebbero essere gli sviluppi futuri. 


Ipotesi zona gialla dal 26 aprile


L’ultimo decreto approvato dal Governo Draghi, che resterà in vigore fino al 30 aprile 2021, ha suddiviso l’Italia in due sole zone, ovvero arancione e rossa. Tuttavia, ci potrebbero essere delle novità in merito al ritorno in zona gialla in anticipo

A partire dal 26 aprile, infatti, potrebbe essere introdotto un decreto legge che ripristini la zona gialla nelle Regioni che lo possano consentire sulla base dell’andamento dell’indice Rt e degli altri criteri individuati. 

Si pensa, tra l’altro, di modificare i parametri di attribuzione delle zona gialla, che dovrebbero prendere in considerazione anche il numero delle vaccinazioni, dei soggetti a rischio che sono stati vaccinati, oltre che di quello del numero di contagi che si registrano ogni settimana. 

ritorno in zona gialla

Il passaggio in zona gialla


Anche se non si ha ancora certezza assoluta sulle date del ritorno in zona gialla, il passaggio dovrebbe avvenire in presenza dei seguenti parametri:


La zona bianca, invece, dovrebbe scattare qualora vi siano soltanto 50 contagi ogni 100.000 abitanti

Il cronoprogramma delle riaperture


Il calendario delle riaperture che potrebbe essere approvato dal Governo Draghi dovrebbe prevedere:


Per gli spettacoli dal vivo, oltre al rispetto della distanza di un metro, si potranno richiedere test effettuati nelle 48 ore precedenti

ritorno in zona gialla

Quali Regioni potrebbero riaprire prima


Analizzando i dati della campagna vaccinale che sono stati rilasciati dalla Presidenza del Consiglio, è possibile ipotizzare quali siano le Regioni che potrebbero aprire per prime.

Attualmente, facendo il rapporto tra il totale delle dosi ricevute e quelle somministrate, si potrebbe trattare di:


Quali attività potranno ripartire per prime


Al momento una delle maggiori certezze sulle riaperture è quella in base alla quale potranno riaprire per prime quelle Regioni che avranno vaccinato il maggior numero di anziani e di persone fragili

Per quanto riguarda le attività di bar, ristoranti, pasticcerie e gelaterie, che rientrano tra quelle maggiormente penalizzate nel corso dell’ultimo anno, si stanno valutando delle misure per fare in modo che possano restare aperte anche nel caso di lievi peggioramenti del quadro epidemiologico

In particolare, dovrebbero essere previsti: