18 apr 2021
Consulenza

Cos’è la zona gialla rafforzata: le nuove regole

Che differenza c'è tra la zona gialla e la zona gialla rafforzata: le nuove regole in vigore dal 26 aprile e il cronoprogramma delle riaperture fissate dal Governo.

L’attuale quadro epidemiologico, caratterizzato dalla discesa dell’RT nazionale, ha portato il Governo alla definizione del programma che prevedrà le riaperture e la ripresa delle attività economiche

Ci sarà anche un progressivo ritorno alle libertà individuali, come quella di spostamento, e alla zona gialla, con una variazione rispetto al passato: si tratterà, infatti, di una zona gialla rafforzata

Il cambiamento potrebbe interessare ben 12 Regioni, ovvero Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, le Province autonome di Bolzano e Trento, Umbria e Veneto: vediamo allora, di seguito, cosa succederà e quali sono le caratteristiche della zona gialla rafforzata


Le riaperture


La zona gialla rafforzata sarà caratterizzata dalla riapertura dei ristoranti, delle attività culturali e di quelle sportive da lunedì 26 aprile, giorno a partire dal quale nelle zone gialle e arancioni si potrà tornare in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado.

I ristoranti che hanno la possibilità di fare servizio all’aperto potranno restare aperti anche alla sera, nel rispetto del coprifuoco che, al momento, inizierà sempre alle 22. Asporto e domicilio saranno sempre possibili. 

La riapertura in zona gialla rafforzata riguarderà anche i cinema e i teatri, non solo quelli all’aperto, ma anche quelli al chiuso, nei quali dovrà essere rispettata una determinata capienza oltre che le classiche regole anti-contagio. 

Il calendario delle riaperture prevede poi quella di:


zona gialla rafforzata

Il cronoprogramma nel dettaglio


A proposito di quanto anticipato nel paragrafo precedente, è stato previsto che:

  1. cinema e teatri saranno aperti con una capienza limitata al 50% e un numero massimo di 50 persone;
  2. nel caso di eventi particolari sarà necessario mostrare un pass che dimostri di essere vaccinati, oppure guariti, o esibire un tampone negativo;
  3. musei e mostre saranno aperti con ingressi contingentati e permanenza nelle sale limitata.

Il pass per gli spostamenti


Il nuovo decreto, che entrerà in vigore dal 26 aprile 2021, prevede la creazione di un pass la cui funzione sarà quella di dimostrare che:


Tale pass è molto importante in quanto permetterà di:

  1. spostarsi liberamente in tutto il territorio nazionale;
  2. partecipare a eventi di diverso tipo, come quelli sportivi o culturali. 

La nuova suddivisione delle Regioni


Il nuovo decreto dovrebbe portare nuovamente alla suddivisione dell’Italia in 4 zone, ovvero:


zona gialla rafforzata

Il termine “giallo rafforzato”, in realtà, è soltanto una semplificazione per riferirsi alle regole in vigore in questa prima fase di passaggio nelle Regioni che torneranno gialle sulla base del monitoraggio dei contagi. 

Nello specifico, l’espressione indica che alcune attività che in passato erano consentite in zona gialla, come le palestre e le piscine, in questo momento resteranno chiuse e dovranno seguire il programma che è stato già abbozzato dal Governo. 

Lo sport


A partire dal 1° maggio 2021 sarà possibile anche la riapertura degli stadi e degli impianti:


Dal 26 aprile, invece, nelle Regioni che si trovano in zona gialla rafforzata sarà possibile praticare:

  1. sport all’aperto;
  2. sport da contatto quali calcetto, calcetto, beach volley, basket, e anche non da contatto. 

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!