redazione dequo
03 mar 2020
Locazione

Affitto con riscatto: cos’è il rent to buy e come tutelarsi

Cos’è l’affitto con riscatto, chiamato anche rent to buy, come funziona, cosa dice la legge, quali sono i principali vantaggi e gli eventuali svantaggi.

L’affitto con riscatto, chiamato anche rent to buy, è una formula nata nel 2014 che si affianca all’affitto tradizionale di un immobile o alla richiesta di mutuo per comprare una casa. Si tratta di una tipologia di contratto caratterizzata da una certa convenienza, sia per chi dà in affitto l’immobile sia per chi ci va ad abitare, che potrebbe diventarne il futuro acquirente.





In questa guida saranno analizzate le varie tipologie di affitto con riscatto tra le quali è possibile scegliere, quali sono i vantaggi e gli eventuali svantaggi dei soggetti coinvolti e come è possibile tutelarsi nel momento in cui si decide di sottoscrivere questa forma di contratto di affitto, che non riguarda soltanto le case, ma qualsiasi tipo di proprietà, compresi i terreni o gli immobili in costruzione.







Affitto con riscatto: cos’è





L’affitto con riscatto rappresenta un’ottima soluzione per chi ha intenzione di comprare casa, ma non dispone del capitale necessario per poter riuscire a ottenere un mutuo da parte di una banca. Si tratta di una forma contrattuale attraverso la quale è possibile prendere in affitto un immobile, per un periodo di tempo che viene stabilito in anticipo.





Una volta trascorso il tempo dell’affitto, è possibile diventare gli effettivi proprietari dell’immobile. Una delle particolarità dell’affitto con riscatto è rappresentata dal fatto che l’immobile preso in affitto può essere acquistato in un secondo momento, ma non si è obbligati a farlo.





Chi ha firmato un contratto di affitto con riscatto avrà dunque anche la possibilità di poter rinunciare all’acquisto:









Affitto con riscatto:
come funziona il rent to buy





L’affitto con riscatto prevede un accordo tra un proprietario e un affittuario, che dovrebbe corrispondere al futuro compratore di un bene. I due soggetti si accordano su un periodo di tempo prestabilito durante il quale la proprietà sarà concessa in affitto. In un secondo momento, si procederà alla vendita vera e propria dell’immobile, con il relativo passaggio di proprietà. L’affitto con riscatto è un contratto che deve essere registrato e sottoscritto alla presenza di un notaio.





Esistono diverse formule con le quali può essere sottoscritto un contratto di affitto con riscatto. La prima è il cosiddetto rent to buy, che prevede un contratto di affitto che precede quello di vendita. In questa formula contrattuale:





  1. il venditore riceve il pagamento di una rata mensile di affitto per un periodo prestabilito;
  2. a sua volta l’acquirente paga il canone di affitto che, di solito, è più alto rispetto a un canone tradizionale, perché comprende al suo interno un acconto del prezzo totale dell’immobile, fino al termine della scadenza fissata fin da subito, che per i beni immobili è di solito pari a 5 anni.




La formula rent to buy è la più diffusa, soprattutto per chi non dispone di un capitale iniziale considerevole, in genere richiesto come anticipo quando si vuole ottenere un mutuo. Al termine del periodo stabilito per l’affitto, l’affittuario può scegliere se acquistare l’immobile, oppure no. Il prezzo di vendita dell’immobile viene comunque stabilito all’inizio del contratto e non può subire variazioni nel corso del tempo.





rent to buy




Affitto con riscatto:
come funziona il buy to rent





Diverso è invece il caso del buy to rent o “riscatto con riserva di proprietà”: si procede fin da subito con la vendita dell’immobile, ma a un prezzo che viene dilazionato nel tempo. Il compratore diventa proprietario dell’immobile solo dopo aver pagato l’ultima quota concordata.





Nel caso in cui il compratore non riuscisse a pagare tutti gli importi dovuti, il venditore tornerebbe ad essere il proprietario dell’immobile. Nella pratica vengono redatti due contratti:





  1. un contratto di affitto;
  2. un contratto preliminare di compravendita immobiliare.




Il preliminare di compravendita immobiliare permette di
definire fin da subito se il contratto è vincolante rispetto all’acquisto dell’immobile
o se il locatore avrà la possibilità di potervi eventualmente rinunciare in
futuro.





Affitto con riscatto:
la normativa vigente





L’affitto con riscatto è disciplinato dal D.L. 133 del 2014, il cosiddetto Decreto Sblocca Italia, nel quale vengono definite le varie opzioni di affitto con riscatto. In particolare:









Affitto con riscatto:
i vantaggi per l’affittuario





L’affitto con riscatto presenta senza dubbio tutta una serie di vantaggi per gli affittuari. Elenchiamo i principali ai quali si può avere accesso:









affitto con riscatto come funziona




Affitto con riscatto:
i vantaggi per il proprietario





Esistono anche dei vantaggi per il proprietario dell’immobile, tra i quali ricordiamo:









Affitto con riscatto:
gli svantaggi





Esistono, tuttavia, anche alcuni svantaggi che possono ricadere sia sull’affittuario, sia sul venditore. Per quanto riguarda le conseguenze negative alle quali l’affittuario può andare incontro, ci sono:









Per quanto gli svantaggi per il proprietario dell’immobile, quest’ultimo deve:









Affitto con riscatto
– Domande frequenti





Cos’è l’affitto con riscatto?

L’affitto con riscatto è una tipologia di contratto di locazione nella quale è previsto il pagamento di un canone di affitto mensile al proprietario, per un determinato periodo di tempo. Alla scadenza del periodo stabilito, è possibile decidere di acquistare l’immobile con il riscatto finale, pagando il prezzo di acquisto prestabilito al quale vengono sottratte le quote già versate con gli affitti mensili.

Cosa vuole dire rent to buy?

Rent to buy è il termine utilizzato per indicare un contratto di affitto con riscatto nel quale un conduttore ha il diritto di vivere in affitto per un determinato periodo di tempo in un immobile che ha intenzione di acquistare in un secondo momento. Dal prezzo di vendita dell’immobile vengono decurtate le quote versate come acconto.

Perché scegliere l’affitto con riscatto?

L’affitto con riscatto è una forma di contratto di affitto che mette insieme elementi del contratto di locazione e elementi del preliminare di vendita immobiliare. Si tratta di una soluzione molto conveniente nei casi in cui non si abbiano disponibilità economiche per procedere con l’acquisto di una casa o per riuscire a ottenere un mutuo.