07 gen 2022
Decreti Legge e DPCM

Decreto 5 gennaio 2022: tra obblighi vaccinali e “lockdown” per non vaccinati

Road map e calendario completo di tutti gli obblighi e le misure che sono stati introdotti dal primo decreto-legge 2022 del Governo per contenere l'avanzata della quarta ondata del covid-19.

In seguito all’introduzione del decreto-legge n. 121/2021, con il quale è stato esteso l’obbligo di green pass e mascherine all’aperto, e il decreto-legge n. 229/2021, che ha introdotto la quarantena per i non vaccinati, il Governo è intervenuto con un nuovo decreto

Nello specifico, con il comunicato stampa del 5 gennaio 2022, il Consiglio dei Ministri ha annunciato l’estensione dell’obbligo vaccinale ai lavoratori pubblici e privati che hanno più di 50 anni, i quali dovranno avere il Green Pass Rafforzato per poter accedere ai luoghi di lavoro. 

Il nuovo obbligo entrerà in vigore a partire dal 15 febbraio 2022, in modo tale che i lavoratori abbiano il tempo di completare il ciclo vaccinale, obbligatorio già dall’8 gennaio 2022.  Vediamo di seguito quali sono le altre importanti novità in arrivo con questo nuovo decreto, che potrete scaricare e leggere interamente cliccando sul link in basso. 



Estensione obbligo vaccinale over 50


L’obbligo vaccinale per gli over 50, sia italiani sia stranieri residenti nel nostro Paese, è stato introdotto al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione delle prestazioni di cura e di assistenza.

L’obbligo sarà ufficialmente in vigore dall’8 gennaio 2022 fino al 15 giugno 2022 compreso: questo significa che vi rientrano anche i soggetti che compiono 50 anni fino a tale data. 

In aggiunta, il decreto introduce anche l’estensione del vaccino obbligatorio e senza limiti di età per tutto il personale dell’Università, docente e non docente. L’esenzione dal vaccino rimane invece per i soggetti che presentano motivazioni di salute e per chi è guarito dal virus. 

Nel caso di soggetti con più di 50 anni guariti dal covid, invece, l’obbligo di vaccino scatta alla scadenza del certificato verde valido 6 mesi dall’ultimo tampone negativo post guarigione. 

decreto 5 gennaio 2022

Sanzioni per i non immunizzati


Chi non rispetterà gli obblighi in vigore, dovrà pagare:


Chi si assenterà dal lavoro comunicando di non essere in possesso della certificazione vaccinale, sarà sospeso e non riceverà la retribuzione: avrà comunque diritto alla conservazione del posto di lavoro. 

Il possesso del Super Green Pass dovrà essere verificato dai datori di lavori, sia nel settore pubblico sia in quello privato, mentre nei palazzi di giustizia sarà compito dei responsabili della sicurezza, nelle università e negli istituti di alta formazione artistica e musicale e negli istituti tecnici, invece, dei dirigenti.

I lavoratori assenti in azienda potranno essere sospesi dopo 5 giorni e sostituiti da altri lavoratori, con contratti da 10 giorni, rinnovabili fino al 31 marzo 2022. 

Smart working e capienze


Dal punto di vista lavorativo, il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta e il ministro del Lavoro Andrea Orlando hanno firmato una circolare mirante a sensibilizzare le amministrazioni pubbliche e i datori di lavoro privati a servirsi dello smart working

L’obiettivo è quello di garantire la piena operatività di servizi e attività economiche, con un occhio di riguardo alla sicurezza di lavoratori e utenti. 

In merito alle capienze, non sono state apportate modifiche a quella prevista degli stadi (al 50%) e a quella relativa agli impianti sportivi al chiuso (35%). 

Dove è obbligatorio il Green Pass


Un’altra novità del decreto riguarda il fatto che dal 20 gennaio 2022 sarà obbligatorio il green pass base (che si potrà ottenere anche con un semplice tampone negativo) per andare dal parrucchiere, dal barbiere, dall’estetista o in qualsiasi centro di servizi di cura alla persona.

Lo stesso dovrà essere mostrato per entrare in qualsiasi tipologia di esercizio commerciale, fatta eccezione per quelli che vendono prodotti di prima necessità: tale norma entrerà in vigore dal 1° febbraio 2022 per fare in modo che venga prima stilato l’elenco degli esercizi commerciali che vendono prodotto essenziali. 

Dal 1° febbraio, si dovrà mostrare il green pass base anche per accedere:


Anche in questo caso, sarà stilato un elenco completo dei luoghi. 

In aggiunta, è stato inserito anche l’obbligo di Green Pass “ai difensori, ai consulenti, ai periti e agli altri ausiliari del magistrato estranei alle amministrazioni della giustizia”, che scatterà dal 1° febbraio 2022. 

Divieto mezzi di trasporto pubblico per chi non ha il Super Green Pass


Da lunedì 10 gennaio 2022, invece, sarà vietato l’accesso ai mezzi di trasporto pubblico a tutti i non vaccinati, quindi ai soggetti che non sono in possesso di Super Green Pass. 

Quest’ultimi non potranno utilizzare:


decreto 5 gennaio 2022

Obbligo Super Green Pass


Il Super Green Pass (o il certificato di guarigione) sarà obbligatorio anche:


Calendario date obblighi emergenza covid


Nella tabella che segue abbiamo elencato tutte le date più importanti in cui entreranno in vigore le nuove misure e gli obblighi elencati nei paragrafi precedenti. 

DataObbligo/Misura
8 gennaioObbligo vaccinale per gli over 50 italiani e stranieri residenti in Italia
10 gennaioObbligo di super green pass per: 
tutti i mezzi di trasporto pubblici (treni, aerei, pullman, navi, bus, metro, tram); servizi di ristorazione all’aperto; musei; piscine al chiuso e all’aperto; 

palestre; centri termali e parchi divertimento; 

alberghi e strutture ricettive; 

feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere; congressi; impianti di sci; sport di squadra anche all’aperto; centri culturali, sociali e ricreativi per le attività al chiuso e all’aperto; sale gioco, sale bingo e casinò

10 gennaioLa dose booster si può fare dopo 4 mesi dalla seconda dose
20 gennaioObbligo di green pass base  per i clienti di parrucchieri, barbieri e centri estetici
31 gennaiotermine chiusura discoteche
1 febbraioScatta la sanzione di 100 euro per gli over 50 che non si sono vaccinati, irrogata dall’Agenzia delle entrate incrociando i dati della popolazione residente con quelli risultanti nelle anagrafi vaccinali regionali o provinciali
1 febbraioObbligo green pass base per entrare negli uffici pubblici, alla posta, in banca o in uffici finanziari e gli esercizi commerciali, fatta eccezione per quelli necessari al soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona (come farmacie e supermercati)
1 febbraio Durata green pass ridotta a 6 mesi
1 febbraio Obbligo vaccinale per il personale dell’Università
15 febbraioObbligo Green Pass rafforzato per tutti i lavoratori (pubblici e privati) e i liberi professionisti di almeno 50 anni
Chi non è ancora vaccinato dovrà effettuare la prima dose del vaccino entro il 31 gennaio per ottenere un Green Pass rafforzato valido a partire dal 15 febbraio
28 febbraio Fine test gratis agli studenti nelle scuole secondarie di primo e secondo grado
31 marzo Fine stato di emergenza e dei prezzi calmierati dell FFP2
15 giugnoFine obbligo vaccinale per gli over 50

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!