23 nov 2021
Tasse e imposte

Rimborso spese INAIL farmaci e viaggi per cure

Come funziona il rimborso dei famarci per le cure dei lavoratori affetti da malattia professionale o che hanno subito un infortunio professionale? Quali altri rimborsi INAIL sono possibili? Scopriamolo insieme.

Rientrano tra i rimborsi che potranno essere erogati dall’INAIL:

  1. quelli relativi all’acquisto di farmaci;
  2. le spese sostenute per i viaggi e il soggiorno legati a determinate cure

Quali sono le tipologie di farmaci che rientrano in tali rimborsi? Quali i viaggi? Chi sono i beneficiari che ne possono avere accesso? 

In questa guida forniremo informazioni dettagliate sull’argomento, analizzando anche:



Rimborso INAIL per l’acquisto di farmaci


Il rimborso INAIL per l’acquisto di farmaci è una prestazione economico-sanitaria che viene erogata dall’INAIL:


I farmaci in questione dovranno, pertanto, essere connessi alla patologia che è stata provocata dall’evento alla base della malattia professionale o dell’infortunio. 

Fanno parte dei medicinali rimborsabili i cosiddetti farmaci di fascia C, che non vengono sostenuti dal Sistema Sanitario Nazionale, che possono essere utilizzati in:


rimborsi INAIL

Come funziona il rimborso


I farmaci di fascia C saranno rimborsati dall’INAIL:


I medicinali dovranno essere stati prescritti e comprati dal 13 gennaio 2012 e il termine di prescrizione per ricevere il rimborso è pari a 10 anni, con decorrenza dalla data riportata sullo scontrino di acquisto. 

La richiesta di rimborso prevede la compilazione e la sottoscrizione di un apposito modulo, al quale dovrà essere allegata la fotocopia della prescrizioni mediche e i relativi scontrini fiscali, riportanti il proprio codice fiscale.

Leggi anche: “Rendita ai superstiti INAIL“.

Dove presentare la richiesta


La domanda di rimborso potrà essere presentata:


Il rimborso dovuto sarà ricevuto dall’assicurato dopo che l’INAIL abbia verificato i presupposti amministrativi e sanitari alla base della richiesta. 

Leggi anche: “Assegno funerario INAIL“.

rimborsi INAIL

Rimborso spese di viaggio e soggiorno cure idrofangotermali e soggiorni climatici


Questa seconda tipologia di rimborso prevede l’autorizzazione del medico INAIL ed è destinata:


Nella pratica, vengono rimborsate, sia all’invalido sia a un eventuale accompagnatore, le spese di viaggio A/R sostenute per effettuare delle cure (come per esempio quelle idrofangotermali), e quelle del soggiorno in albergo. 

Il ciclo di cure termali potrà avere una durata di 15 giorni – 12 di cure e 3 di viaggio – e sarà a carico del SSN, mentre la durata del soggiorno climatico è pari a 20 giorni

È previsto anche il pagamento:

  1. dell’indennità per inabilità temporanea assoluta;
  2. dell’integrazione della rendita diretta per l’invalido.

Leggi anche: “Visita intramoenia: cos’è

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!