11 nov 2021
Diritto del Lavoro

Rendita ai superstiti INAIL: importo e calcolo

Cos'è la rendita ai superstiti INAIL e quali sono i soggetti ai quali spetta? Vediamo di seguito come funziona, come si calcola e le modalità con le quali si può richiedere.

La rendita ai superstiti rientra tra i contributi che vengono erogati dall’INAIL in caso di decesso sul lavoro

I soggetti beneficiari sono:


I mancanza di coniuge o figli, la rendita ai superstiti spetterà a:


Vediamo di seguito quali sono le sue caratteristiche, un esempio di calcolo, come si richiede e viene erogata. 


Rendita ai superstiti: cos’è 


La rendita ai superstiti consiste in una prestazione economica che viene erogata ai superstiti dei lavoratori che sono deceduti a causa:

  1. di un infortunio sul lavoro;
  2. di una malattia professionale

Viene erogata a partire dal giorno successivo alla morte del lavoratore e non è soggetta a tassazione IRPEF. 

rendita ai superstiti inail

Beneficiari della rendita ai superstiti


I soggetti ai quali spetta sono in primo luogo il coniuge della persona defunta o il soggetto con il quale era unito civilmente. 

Viene ricevuta anche dai figli:


Qualora non ci fosse il coniuge o dei figli, tale rendita sarà erogata a favore di:


Vivenza a carico 


La vivenza a carico viene dimostrata dal fatto che il reddito pro capite dell’ascendente e del collaterale, che deriva dal reddito netto del nucleo familiare superstite, sulla base del criterio del reddito equivalente:


Calcolo rendita ai superstiti


Ai sensi di quanto previsto dalla legge di stabilità 2014, ai superstiti di lavoratori deceduti a partire dal 1° gennaio 2014, la rendita viene calcolata sulla retribuzione massima convenzionale del settore industria. 

La percentuale varia in base al soggetto beneficiario e corrisponde al:


In assenza di coniuge e figli, corrisponde al:


Leggi anche: “Assegno funerario INAIL“.

rendita ai superstiti inail

Precisazioni calcolo rendita ai superstiti INAIL 


A proposito del calcolo della rendita INAIL ai superstiti, è bene ricordare che:


La rendita ai superstiti viene rivalutata ogni anno, con un apposito decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Nel caso degli infortuni mortali avvenuti dopo il 1° gennaio 2007, viene erogata anche, su istanza di chi ne ha diritto, un’anticipazione della rendita di 3 mensilità della rendita annua, la quale viene calcolata sul minimale retributivo di legge.

Come si richiede


Le possibilità con le quali i beneficiari della rendita ai superstiti potranno presentare domanda per ricevere la rendita ai superstiti, rivolgendosi alla sede competente in base al domicilio del lavoratore deceduto, sono tre. 

Si tratta di:


Si avrà la possibilità di farsi assistere da un patronato. L’importo spettante potrà essere erogato in uno dei seguenti modi:


Rendita ai superstiti – Domande frequenti


Come si calcola la rendita INAIL ai superstiti?

L’importo mensile della rendita ai superstiti viene calcolato in relazione alla retribuzione annua del lavoratore deceduto, per gli eventi mortali avvenuti prima del 1° gennaio 2014. 

Da quando decorre la rendita ai superstiti in caso di infortunio mortale?

La rendita ai superstiti decorre dal giorno dopo a quello in cui è avvenuta la morte del lavoratore. 


Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!