22 giu 2021
Diritto del Lavoro

Chi sono i soggetti incapienti?

Per comprendere il significato del termine incapienti, in questa guida analizzeremo il concetto di capienza fiscale e quali sono i casi nei quali si può avere diritto alle detrazioni previste dalla legge.

La dichiarazione dei redditi non è altro che lo strumento attraverso il quale i contribuenti possono pagare le imposte relative al proprio reddito.

Solitamente, ha anche la funzione di recuperare le tasse che sono state pagate in più rispetto a quanto dovuto, oppure di usufruire delle detrazioni fiscali possibili su determinate spese. 

Nel momento in cui si parla di spese detraibili, entro in gioco il concetto di capienza fiscale, in assenza della quale si perde di solito il diritto ai rimborsi: è questo lo scenario che spetta agli incapienti

Vediamo allora di capire cosa si intende per capienza e incapienza fiscale e chi sono, di conseguenza, i soggetti incapienti. 


Cosa si intende per capienza fiscale


Un rimborso fiscale non è altro che la restituzione di una tassa versata dal contribuente, per la quale si riceve un credito di imposta. Per capire da cosa dipenda il rimborso che si potrà ottenere deve essere introdotto il concetto di capienza fiscale: questo termine indica la capacità da parte del contribuente di ridurre l’imposta versata fino a ottenere rimborsi, bonus e benefici fiscali

La capienza fiscale è indispensabile accedere ai bonus che danno diritto alla restituzione delle spese sostenute per lavori di diverso tipo, come può essere, per esempio il bonus 110% relativo alle spese di ristrutturazione

Supponiamo che un contribuente abbia diritto alla restituzione delle spese relative a dei lavori di ristrutturazione pari al 50%, per un totale di 20.000 euro. Tale cifra potrà essere detratta in 10 rate annuali di pari importo, pari a 2.000 euro: il contribuente che abbia IRPEF lorda da versare o versata di importo uguale o maggiore a 2.000 euro sarà considerato un soggetto capiente dal punto di vista fiscale

incapienti

Cos’è la no tax area


Tornando all’esempio appena fatto, nell’ipotesi in cui l’IRPEF lorda del contribuente fosse pari a 1.000 euro, allora 1.000 euro non potrebbero essere detratti e andrebbero praticamente persi. 

Diverso è ancora il caso dei soggetti che si trovano nella cosiddetta no tax area, ovvero coloro i quali hanno un reddito che non supera gli 8.000 euro e sul quale non viene applicata l’IRPEF

Quando si parla di soggetti incapienti, dunque, si fa riferimento a tutte quelle persone che rientrano nell’area non soggetta a tassazione e che, di conseguenza, non possono portare nessuna spesa in detrazione

Gli incapienti possono accedere al bonus 110%?


Considerato il fatto che i lavoratori incapienti non hanno diritto a ricevere i rimborsi fiscali, sono stati in molti a chiedersi se avranno comunque la possibilità di poter usufruire del bonus ristrutturazioni 110%

La risposta è affermativa, nella misura in cui i soggetti incapienti, quindi che non sono in possesso della capienza fiscale, potranno scegliere di cedere il credito di imposta relativo al bonus alla banca o direttamente ai fornitori di lavori

Inoltre, avranno la possibilità di recuperare il beneficio previsto dal bonus tramite lo sconto diretto in fattura. Sulla base di questa regola, potranno dunque accedere anche ad altri incentivi, quali per esempio:


La cessione del credito o lo sconto in fattura potranno essere utilizzati anche dai proprietari di un’abitazione presente in un condominio con non percepiscono altri redditi, come precisato dalla circolare n. 30/2020 dell’Agenzia delle Entrate, in quanto il contribuente è titolare di un reddito fondiario, rappresentato dalla rendita catastale dell’immobile. 

incapienti

Significato di incapienza fiscale


Alla luce di quanto detto si può concludere che l’incapienza fiscale consista nei casi in cui;


A questo proposito leggi anche: “Differenza tra detrazione e deduzione”. 

Incapienti – Domande frequenti


Chi sono gli incapienti?

Gli incapienti sono tutti quei soggetti che appartengono alla cosiddetta no tax area e sui cui redditi non viene applicata l’IRPEF.

Come funziona la cessione del credito per incapienti?

Gli incapienti possono avere accesso ai bonus fiscali solo attraverso la cessione del credito o lo sconto in fattura: ecco come funziona.


Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!