01 feb 2021

Rinnovo carta d’identità: si può fare ovunque?

Come funziona il rinnovo della carta d'identità e quali sono i casi nei quali è possibile richiederle in un Comune diverso da quello di residenza.

Una persona ha la residenza in una data Regione, ma nel momento in cui gli scade la carta d’identità si trova in un altro Comune: potrà rinnovare tranquillamente la carta d’identità in quel posto o ci saranno delle limitazioni?





Vediamo quali sono le regole in vigore in Italia a proposito del rinnovo della carta d’identità scaduta o deteriorata e cosa serve per fare la carta d’identità in un Comune diverso da quello di residenza







La carta d’identità elettronica





Dal 1° gennaio 2019 nel caso d carta d’identità scaduta, viene rilasciata la carta d’identità elettronica (CIE), un documento di riconoscimento attraverso il quale è possibile accedere anche a diversi servizi telematici della Pubblica Amministrazione. 





In particolare, la carta d’identità elettronica contiene dati quali nome, cognome, data e luogo di nascita, sesso e statura, codice fiscale, residenza e cittadinanza, codice del Comune di rilascio, firma, impronte digitali e fotografia del titolare, l’eventuale validità per l’espatrio. Nel caso di cittadino italiano residente all’estero, viene indicato anche il comune di iscrizione all’Aire.





Oltre a questi elementi, il documento funziona anche come patente di guida, tessera sanitaria, badge per i dipendenti della pubblica amministrazione, abbonamento ai mezzi pubblici. 





Grazie al microchip contactless del quale è dotata, la si potrà utilizzare anche per pagare online multe, bollette, bolli e ticket sanitari. 





rinnovo carta d'identità




Rinnovo carta d’identità: come funziona





La carta d’identità elettronica potrà essere richiesta sia dai cittadini residenti in Italia sia dai cittadini stranieri con regolare permesso di soggiorno, rivolgendosi al proprio Comune di residenza o di dimora. Per gli italiani che risiedono all’estero, invece, sarà necessario recarsi presso il Consolato.





Il rinnovo sarà possibile non solo in caso di scadenza del documento, ma anche 180 giorni prima del termine, nell’ipotesi in cui il vecchio documento sia completamente deteriorato o illeggibile. 





Sarà necessario pagare:









Il rinnovo prevede che si debba consegnare il vecchio documento, il proprio codice fiscale e la ricevuta di pagamento di quanto richiesto: sarà compito dell’operatore comunale quello di verificare i dati anagrafici del richiedente.





Si dovrà quindi scegliere se ricevere la carta d’identità presso un indirizzo specifico, oppure se ritirarla in Comune. Per procedere con l’elaborazione della nuova carta, sarà acquisita la propria foto e rilevate le impronte digitali.





Si dovrà firmare un modulo di riepilogo e si avrà anche la possibilità di fornire il proprio consenso o diniego alla donazione degli organi. 





Tempi del rilascio e durata





La CIE sarà rilasciata entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta e avrà una durata:









La carta d’identità elettronica potrà essere richiesta anche presso gli sportelli di Poste Italiane





Leggi anche: “Come richiedere il duplicato della tessera sanitaria“.





Quando viene rilasciata la carta d’identità cartacea





Nonostante l’emissione della carta d’identità elettronica sia ormai obbligatoria, ci sono alcuni casi nei quali è possibile rinnovare la vecchia carta d’identità cartacea, ovvero quando siano presenti situazioni di necessità e urgenza. 





Si annoverano, per esempio:









Chi è ancora in possesso della carta d’identità cartacea, invece, potrà richiederne una elettronica in Comune qualora:









rinnovo carta d'identità




La carta d’identità può essere rinnovata in qualsiasi Comune?





Cosa succede nel caso in cui ci si dovesse ritrovare con la carta d’identità scaduta, ma in quel momento non si fosse nel proprio Comune di residenza





Nella pratica, non è possibile rinnovare la carta di identità in qualsiasi Comune: in alternativa a quello di residenza, però, sarà possibile richiedere il rinnovo nel Comune dove si ha la dimora o il domicilio





Quindi, non sarà possibile rinnovare la carta d’identità nel luogo in cui ci si trova durante una vacanza, ma la si potrà ottenere nella città in cui si è domiciliati, per esempio, per motivi di studio e di lavoro





Il rinnovo potrà essere richiesto:





  1. a partire dal 180° giorno prima della scadenza;
  2. entro 60 giorni dalla scadenza effettiva




Trascorso questo lasso di tempo, invece, si dovrà richiedere il rilascio ex novo del documento





Rilascio della carta d’identità per i minorenni





Per quanto riguarda il rilascio della carta d’identità elettronica per i minorenni, bisognerà presentarsi in Comune:









Nel caso di rinnovo per scadenza o deterioramento, si dovrà consegnare il vecchio documento. 





Nel caso di minori extra-Ue si dovrà avere con sé il permesso di soggiorno valido, oppure il permesso di soggiorno scaduto con la richiesta di rinnovo inviata almeno 60 giorni prima della scadenza, o il contratto di soggiorno, il nulla osta al lavoro subordinato e la richiesta del primo permesso di soggiorno. 





Per chi svolge mansioni di badante o colf, si potrà presentare:










Articoli correlati