18 mag 2021
Consulenza

Zona bianca: nuove regole per entrarci

Cosa significa zona bianca, quali sono le regole per accedervi, le limitazioni che non saranno più in vigore al suo interno e le Regioni che potrebbero diventarlo.

La riduzione dei contagi e dei ricoveri per coronavirus, oltre che la presenza di un numero sempre maggiore di soggetti vaccinati, dovrebbe portare diverse Regioni italiane in zona bianca

Com’è noto, la zona bianca rappresenta la fine delle regole e delle restrizioni che sono in vigore nelle altre 3 zone, prima fra tutte il coprifuoco, e che il Governo sta pian piano eliminando. 

Vediamo di seguito quali sono le Regioni che potrebbero passare dalla zona gialla alla zona bianca e quali i criteri da possedere affinché ciò possa accadere. 


Quali sono le regole della zona bianca


Passare in zona bianca significa abolizione immediata delle restrizioni in vigore nelle altre zone, prima tra tutte il coprifuoco. Tutte le attività rimaste in sospeso o chiuse potranno ripartire, ovviamente nel rispetto di specifiche norme anti-contagio. 

Le sole regole anti-covid che dovranno continuare a essere rispettate sono:

  1. l’uso obbligatorio della mascherina all’aperto nei luoghi in cui non sia possibile mantenere la distanza interpersonale e sempre nei luoghi al chiuso;
  2. il divieto di assembramenti;
  3. l’obbligo di rispettare la distanza interpersonale e di sanificare le mani. 

nuove regole zona bianca

Come si entra in zona bianca


Sarà possibile entrare in zona bianca se per tre settimane consecutive si avrà un’incidenza dei casi inferiore a 50 ogni 100.000 abitanti. Questo dato collocherà una data Regione in quello che prende il nome di “scenario di tipo 1”, nel quale il livello di rischio è molto basso. 

Per quanto riguarda, invece, i numeri che caratterizzano gli altri colori delle Regioni e che vengono calcolati sempre su un intervallo di 100.000 abitanti sono:


nuove regole zona bianca

Le Regioni in zona bianca dal 1° giugno 2021


In questo momento tutte le Regioni italiane si trovano in zona gialla, fatta eccezione per la Valle d’Aosta che è collocata in zona arancione, ma chiederà di passare in gialla a partire da lunedì 24 maggio. 

Nelle prossime 6 settimane sono ben 6 le Regioni che potrebbero passare in zona bianca, in cui la prima differenza che si può citare è, come già ribadito, la mancanza del coprifuoco – misura per la quale è stata prevista l’abolizione su tutto il territorio nazionale a partire dal 21 giugno 2021

In base al monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità del 14 maggio, dovrebbero poter passare in zona bianca a partire dal 1° giugno:


Nello specifico, in queste 3 Regioni sono stati registrati soltanto 41 casi su 100.000 abitanti – per quel che riguarda Molise e Sardegna – e 44 casi in Friuli. Questi dati dovranno però essere confermati anche nei prossimi 2 monitoraggi

Le Regioni in zona bianca dal 7 giugno 2021


Sebbene attualmente non rientrino ancora nei requisiti previsti per poter passare in zona bianca, l’obiettivo potrebbe essere vicino anche per:


Se i dati miglioreranno, scendendo sotto la soglia di 50, le 3 Regioni in elenco potranno passare in zona bianca a partire dal 7 giugno 2021

Regioni che si trovano in una situazione di forte miglioramento, con un numero di casi inferiori ai 100 ogni 100.000 abitanti, sono poi Lazio, Lombardia, Sicilia, Marche, Umbria e le Province autonome di Trento e Bolzano.

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!