23 giu 2020
Diritto del Lavoro

DIS-COLL 2020: dopo quanto arriva il pagamento

A chi spetta la DIS-COLL 2020 e quali soggetti ne sono esclusi come chiarito dalla circolazione INPS del 23 giugno 2020.

Cos’è
la DIS-COLL





La DIS-COLL è un’indennità di disoccupazione che spetta ai collaboratori coordinati e continuativi, anche se a progetto, agli assegnisti di ricerca e ai dottorandi con borsa di studio che hanno perso la propria occupazione in modo involontario e che sono iscritti alla Gestione Separata INPS.





È disciplinata dal decreto legislativo del 4 marzo 2015, che ne esclude l’assegnazione ai collaboratori titolari di pensione, ai titolari di partita IVA, ai sindaci, amministratori o revisori di società, nonché alle associazioni e agli enti con o senza personalità giuridica.





In questa guida sarà presentato il funzionamento della DIS-COLL 2020, con i relativi dettagli su come fare domanda e i chiarimenti rilasciati dall’INPS con la circolare del 23 giugno 2020.







Decorrenza
e pagamento





La
decorrenza della DIS-COLL scatta a partire:









discoll 2020 pagamento




Per quanto riguarda il pagamento della DIS-COLL, viene erogato ogni mese per un numero di mesi corrispondenti alla metà dei mesi di contribuzione relativi al periodo compreso fra il 1° gennaio dell’anno civile precedente alla cessazione del rapporto di collaborazione e il giorno della cessazione stessa.





La durata massima nel corso della quale si potrà ricevere la prestazione sarà pari a 6 mesi. Nel caso in cui se ne beneficiasse in modo parziale, se si dovesse presentare una nuova domanda, allora non sarebbero considerati ai fini del calcolo della durata un numero di mesi di contribuzione corrispondenti al doppio dei mesi di prestazione ricevuta.





Il
calcolo dell’importo





L’importo dell’indennità DIS-COLL:









L’importo massimo mensile erogabile non potrà superare i 1.328,76 euro per il 2019: dal quarto mese in poi, ovvero dal 91° giorno di fruizione, l’indennità DIS-COLL subirà una riduzione del 3% ogni mese.





L’ammontare
mensile si può ricevere tramite:





  1. accredito su conto corrente bancario o postale;
  2. accredito su libretto postale;
  3. bonifico domiciliato presso Poste Italiane SpA, allo sportello di un ufficio postale di residenza o di domicilio.




Quando
la DIS-COLL non spetta più





I casi nei quali non si avrà più diritto a ricevere l’indennità di disoccupazione DIS-COLL sono i seguenti:









Ai sensi dell’articolo 21 del decreto legislativo del 15 settembre 2015, i soggetti che vengono scoperti a ricevere la DIS-COLL anche se non sono più in possesso dei requisiti richiesti, saranno soggetti a sanzioni di diverso genere e alla decurtazione della prestazione e dello stato di disoccupazione.





Come
fare domanda





La
DIS-COLL non viene erogata
in modo automatico agli aventi diritto, ma è necessario presentare
apposita domanda.
Per farlo bisognerà essere in possesso dei seguenti requisiti:





  1. avere lo stato di disoccupazione nel momento in cui viene presentata la domanda;
  2. aver versato almeno un mese di contribuzione, nel periodo compreso fra il 1° gennaio dell’anno precedente l’evento di cessazione dal lavoro e l’evento stesso.




La domanda potrà essere presentata per via telematica entro 68 giorni dalla data in cui è terminato il rapporto di collaborazione, assegno di ricerca o dottorato di ricerca con borsa di studio.





domanda discoll 2020




Qualora nel corso dei 68 giorni si dovesse verificare una maternità o una degenza ospedaliera indennizzabile, il termine resta in sospeso e riparte alla fine del suddetto periodo.





La domanda può essere presentata:





  1. online, tramite il sito dell’INPS;
  2. tramite il Contact center chiamando il numero 803 164 gratuito da rete fissa o lo 06 164 164 da rete mobile;
  3. tramite enti di patronato e intermediari dell’Istituto.




La
circolare INPS del 23 giugno 2020





La circolare numero 76 del 23 giugno rilasciata dall’INPS ha confermato la proroga di due mesi relativa all’indennità di disoccupazione NASpI e DIS-COLL, com’era stato previsto dal decreto Rilancio.





La proroga avverrà in modo automatico, quindi non sarà necessario presentare alcuna domanda, ma non sarà riconosciuta:









Per i disoccupati che abbiano presentato la domanda di certificazione per Ape Sociale o pensione lavoratori precoci, la proroga sarà sospesa: saranno contattati direttamente dall’INPS per verificare se intendano avvalersi della proroga. In questo caso sarà necessario effettuare una richiesta tramite il modello NASpI-Com entro il 31 luglio 2020.





Nei due mesi di estensione delle indennità di disoccupazione, saranno inoltre previste:









DIS-COLL
2020 – Domande frequenti





Quando fare la domanda per la disoccupazione?

La domanda per la disoccupazione DIS-COLL deve essere presentata telematicamente entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di collaborazione.

Quando è prevista la contribuzione aggiuntiva DIS-COLL?

La DIS-COLL è prevista per i soggetti iscritti alla gestione separata INPS che non sono né pensionati né titolari di partita IVA.

Chi ha diritto alla DIS-COLL?

L’indennità di disoccupazione DIS-COLL spetta ai collaboratori coordinati e continuativi, anche se a progetto, agli assegnisti di ricerca e ai dottorandi con borsa di studio iscritti alla gestione separata INPS.