Pensioni

INPS: dove vedere la pensione

Cos’è il cedolino della pensione e cosa è possibile vedere sul sito dell’INPS a proposito del trattamento pensionistico.

Pensione INPS: dove vederla





Ogni anno l’INPS fissa un calendario con le date nelle quali sarà erogata la pensione che, come vedremo, quest’anno hanno subito delle modifiche rispetto alla calendarizzazione standard a causa dell’emergenza coronavirus





L’importo della propria pensione, assieme alle eventuali variazioni e le motivazioni per i quali la cifra può subire dei cambiamenti, può essere tenuto d’occhio sul sito dell’INPS, sul quale è possibile consultare il cedolino della pensione.





Vediamo di cosa si tratta, dove è possibile trovarlo e quali sono gli altri servizi di consultazione e certificazione che sono disponibili direttamente online. 







Cos’è il cedolino della pensione INPS





Il cedolino della pensione è il servizio online dedicato ai pensionati, ai quali si può avere accesso sia da desktop sia da mobile, presente sul sito inps.it, nella sezione dedicata alle prestazioni e ai servizi. 





Vi si accede in seguito all’autenticazione e permette di poter consultare le seguenti funzionalità:









Nella pratica, il cedolino della pensione è il resoconto dei pagamenti pensionistici ricevuti da parte dell’INPS, con l’importo del trattamento pensionistico vero e proprio e le eventuali trattenute fiscali che sono state applicate nel corso dei mesi. La pensione può infatti subire delle variazioni: la lettura e la consultazione del cedolino mensile diventano indispensabili per comprendere la presenza di eventuali scostamenti nei mesi. 





Dove è possibile vedere la pensione





Ci sono diverse procedure da poter eseguire per avere accesso al cedolino mensile contenente il resoconto della propria pensione. Oltre alla sua presenza online, è possibile richiederlo anche:









dove vedere la pensione




L’accesso online al cedolino della pensione è una procedura abbastanza semplice, che può essere imparata e memorizzata in poco tempo. Il primo step è costituito dall’accesso alla propria area personale sul sito dell’INPS. 





L’autenticazione è possibile in 4 modi differenti:





  1. attraverso il proprio codice fiscale e il codice PIN rilasciato dall’INPS (nel caso in cui non lo si possedesse, può essere richiesto direttamente online cliccando su Richiedi o gestisci il tuo PIN);
  2. utilizzando lo SPID, ovvero il Sistema Pubblico di Identità Digitale;
  3. tramite la CIE, ovvero la Carta di identità elettronica 3.0;
  4. tramite la CNS, ovvero la Carta Nazionale dei servizi, che in genere si trova integrata alla propria tessera sanitaria, se dotata di microchip.




inps




La procedura online





Una volta effettuata l’autenticazione con il metodo preferito, dal menu Servizi Online, si dovrà cliccare su Servizi per il Cittadino e in seguito su Cedolino della pensione. In alternativa, è possibile procedere in modo inverso, ovvero:









Come anticipato, il servizio online messo a disposizione dall’INPS non consente soltanto di consultare il cedolino del mese, ma anche di confrontare gli ultimi due, al fine di individuare differenze negli importi erogati, e tutti gli altri servizi che sono stati menzionati nel paragrafo precedente.





Il cedolino può anche essere stampato e scaricato sul proprio computer. Tra le varie opzioni disponibili, ce n’è anche una che permette di verificare se la pensione è già stata accreditata o se il pagamento è stato soltanto predisposto, ma non ancora versato. 





Come viene erogata la pensione?





Nel momento in cui si raggiungono i requisiti per avere accesso al pensionamento, a prescindere dalla tipologia di pensione che si riceverà, che può essere di tipo anticipato, legata agli anni di servizio e ai contributi versati, oppure una pensione di tipo agevolato, come l’opzione quota 100, il pensionato ha il diritto di scegliere la metodologia attraverso la quale ricevere il contributo previdenziale ogni mese





Le possibilità sono le seguenti:









La pensione viene erogata in rate mensili: a dicembre è prevista anche una mensilità in più, che corrisponde alla tredicesima.





Quando viene erogata la pensione





Generalmente le pensioni vengono accreditate il primo giorno bancabile di ogni mese: questo significa che il pagamento del trattamento pensionistico avviene il primo del mese o, se tale giorno corrisponde a una festività oppure non è bancabile, slitta al primo giorno disponibile. Tale data potrà subire ulteriori variazioni a seconda dell’ente che si occuperà di versare la pensione, che è la Posta o la banca. 





Ai sensi della circolare INPS n. 147 dell’11 dicembre 2019, le date fissate per l’erogazione delle pensioni 2020 erano le seguenti:





  1. gennaio: venerdì 3 gennaio, il 2° giorno bancabile per Posta e banche (gennaio è l’unico giorno per il quale è prevista un’eccezione nel versamento dei pagamenti);
  2. febbraio: sabato 1° febbraio, nel caso delle poste, e lunedì 3 febbraio nel caso delle banche;
  3. marzo: lunedì 2 marzo;
  4. aprile: mercoledì 1° aprile;
  5. maggio: sabato 2 maggio per le poste, lunedì 4 maggio per le banche;
  6. giugno: lunedì 1° giugno;
  7. luglio: mercoledì 1° luglio;
  8. agosto: sabato 1° agosto per le poste, lunedì 3 agosto per le banche;
  9. settembre: martedì 1° settembre;
  10. ottobre: giovedì 1° ottobre;
  11. novembre: lunedì 2 novembre;
  12. dicembre: martedì 1° dicembre




Cosa cambia con l’emergenza coronavirus





L’emergenza coronavirus ha portato ai primi cambiamenti nel calendario relativo all’erogazione delle pensioni: per il mese di aprile ci sono state infatti delle anticipazioni nei giorni compresi fra il 26 marzo e il 31 marzo 2020, con la creazione di un calendario alfabatico in base al quale i pensionati hanno riscosso la propria pensione in un giorno ben preciso in relazione alla lettera iniziale del cognome.





Tale cambiamento riguarderà anche i mesi di maggio e giugno 2020, per i quali i pagamenti delle pensioni saranno anticipati:









Da luglio il calendario dovrebbe riprendere in base alla calendarizzazione fissata alla fine del 2019, ma considerata la situazione di emergenza nella quale ci troviamo è sempre meglio fare riferimento al sito dell’INPS nel caso di ulteriori cambiamenti. 





Dove vedere la pensione INPS in sintesi





Ogni mese i pensionati italiani ricevono la pensione in base al metodo che hanno preferito nel momento in cui la loro richiesta di pensionamento è stata accolta dall’INPS. Ci sono quelli che si recano fisicamente presso uno sportello bancario o postale e quelli che lo ricevono comodamente sul proprio conto corrente, su una carta con IBAN o sul libretto postale.





La pensione è dotata di un documento, chiamato cedolino, nel quale sono contenute tutte le specifiche relative all’importo mensile versato: tale documento può essere richiesto presso uno sportello INPS, rivolgendosi al Contact Center dell’INPS, oppure online. 





Il cedolino della pensione online è un servizio a tutto tondo, in quanto non dà soltanto la possibilità di poter controllare la propria pensione mensile, ma anche di effettuare confronti tra gli ultimi due cedolini nel caso in cui fossero state riscontrate delle anomalie e avere accesso a tanti altri servizi, risparmiando così tempo e fatica. 





cedolino della pensione




Il sito dell’INPS rappresenta un ottimo canale di informazione e consultazione, costantemente aggiornato con tutte le novità che possono essere estremamente importanti per un pensionato: è il caso della ricalendarizzazione delle pensioni in atto nei mesi di aprile, maggio e giugno 2020, per le quali sono state previste anticipazioni dell’erogazione del trattamento pensionistico e un’organizzazione a scaglioni al fine di evitare i classici assembramenti che ogni mese si generano alle poste o in banca.





Pensione INPS – Domande frequenti





Dove si può vedere la pensione mensile?

Così come per lo stipendio, anche la pensione è provvista di un cedolino mensile che è possibile consultare online, sul sito dell’INPS, per conoscere l’importo di quanto ricevuto. 

Chi sono gli enti che erogano le pensioni?

Le pensioni vengono erogate da Poste Italiane e dagli istituti di credito ogni mese, il primo giorno bancabile che non sempre corrisponde al primo giorno del mese. 

Per ricevere la pensione, devo recarmi obbligatoriamente alla Posta?

No, una volta raggiunta l’età pensionabile ogni pensionato ha il diritto di scegliere il metodo per ricevere la pensione, che può consistere anche in un accredito sul conto corrente bancario o postale.