redazione dequo
03 mar 2020
Circolazione Stradale

Neopatentati: le limitazioni e le sanzioni previste

I limiti che i neopatentati devono rispettare fino a 3 anni dal conseguimento della patente, le sanzioni e la decurtazione dei punti.

Il termine neopatentati viene utilizzato per indicare i soggetti che hanno conseguito la patente relativa alle categorie A, A2, B e B1 da meno di 3 anni. Si tratta di un periodo durante il quale, proprio in relazione alla scarsa esperienza alla guida, sono previste delle limitazioni più rigide rispetto a quelle che vengono applicate di solito quando si è alla guida.





I limiti riguardano principalmente le velocità da rispettare, il tasso alcolemico da non superare, la cilindrata, i kW, i cavalli e la potenza dell’auto che è possibile guidare, dai quali derivano sanzioni e un funzionamento alla base della decurtazione dei punti della patente più severo.





Tali regole speciali vengono applicate anche ai cittadini stranieri extra Ue che hanno convertito la patente presa nel loro Paese di origine nel corrispettivo italiano. Vediamo nel dettaglio quali sono i limiti previsti nel 2020 per i neopatentati.







Neopatentati:
quali sono i limiti di velocità?





L’articolo 117 del Codice della Strada ha stabilito che i neopatentati
sono tenuti a rispettare il limite di:









Tali limitazioni sono valide dal giorno in cui è stata presa la
patente fino ai 3 anni successivi. Dopodiché entreranno in vigore i limiti di
velocità generali, che corrispondono a:









Come tutti gli altri automobilisti, poi, i neopatentati sono tenuti a
rispettare il limite di:





  1. 50 km/h nel caso di guida in un centro abitato e nelle strade urbane;
  2. 90 km/h nel caso di strade extraurbane secondarie.




neopatentati




Neopatentati:
le sanzioni per il mancato rispetto dei limiti di velocità





Nel caso in cui un neopatentato non dovesse rispettare i limiti di velocità imposti dal Codice della Strada andrà incontro al pagamento di multe e sanzioni accessorie, che variano in relazione alla tipologia di infrazione commessa.





Sono previste multe che partono da 161 euro, ma la pena maggiore è quella relativa alla decurtazione dei punti della patente, che è doppia rispetto a quella che si applica agli automobilisti che hanno più di tre anni di esperienza.





Nello specifico, verranno decurtati;









In quali
casi è prevista la decurtazione dei punti della patente?





In base a quanto stabilito dal Codice della Strada, ci sono tutta una serie di violazioni dalle quali deriva una decurtazione dei punti della patente. Riportiamo di seguito quelle che sono alcune delle infrazioni più comuni e quali sono i punti che si perdono nel caso in cui si avesse la patente da meno di 3 anni.






Tipologia
di infrazione


Punti
decurtati


Non utilizzare i dispositivi di illuminazione e segnalazione visiva
quando previsti

2 punti

Svolte non segnalate o cambi irregolari di corsia

4 punti

Mancato rispetto della distanza di sicurezza

6 punti

Guida contromano non in curva

8 punti

Mancato rispetto dell’obbligo di dare precedenza

10 punti

Inversione di marcia nei pressi di curve, incroci o dossi

16 punti

Circolazione contromano in curva o in condizioni di scarse
visibilità

20 punti




Per gli automobilisti che, invece, non commettono violazioni del Codice della Strada tra quelle che porterebbero alla decurtazione dei punti della patente, sono previsti dei premi:









Neopatentati: quali sono i limiti di potenza, kW
e cavalli?





I neopatentati non possono guidare tutte le tipologie di veicoli in commercio: anche in questo caso sono previste delle limitazioni che riguardano la potenza, i kW e i cavalli delle auto.





Nello specifico:









Queste particolari limitazioni non sono valide per un periodo di 36 mesi come accade nel caso dei limiti di velocità, ma devono essere rispettate soltanto nel corso dei primi 12 mesi dal superamento dell’esame di guida.





In caso di
mancato rispetto di tali regole, sono previste:





  1. multe del valore compreso tra i 161 e i 647 euro;
  2. la sospensione della patente fino a 8 mesi.




neopatentati regole




Quali auto possono essere guidate dai
neopatentati?





Proprio in
relazione ai limiti riportati nel paragrafo precedente, la scelta dell’auto per
un neopatentato è molto importante. I modelli in circolazione che si adattano
perfettamente alle condizioni da rispettare sono circa 900.





Tra quelli più venduti e apprezzati dai neopatentati, in virtù del rapporto modello/prezzo, ci sono:









Neopatentati: quali sono le regole sul tasso
alcolemico da rispettare





I neopatentati sono soggetti a limitazioni più restrittive in merito a un altro tema, sul quale si cerca di sensibilizzare al massimo i giovani: quello della guida in stato di ebrezza, che in Italia è reato e le cui sanzioni sono disciplinate dall’articolo 186 del Codice della Strada.





La tolleranza per i neopatentati che si mettono alla guida dopo aver bevuto è pari a zero: per un tasso alcolemico inferiore o pari a 0,5 grammi per litro è prevista infatti una multa di 624 euro, cosa che non avviene nel caso dei conducenti che guidano da più di tre anni, per i quali questo limite di tasso alcolemico è tollerato.





Nel caso di tasso alcolemico superiore, vengono applicate le sanzioni previste per gli automobilisti con più di tre anni di patente, ma aumentate di un terzo. È prevista dunque:









Requisiti
generici per la guida di veicoli





Nell’articolo 115 del Codice della strada vengono riportati i requisiti anagrafici che devono essere posseduti per la guida di veicoli. In particolare, sono previsti:









Non posso essere più guidati nel momento in cui viene superata una determinata soglia anagrafica:









Neopatentati
– Domande frequenti





Quali tipologie di veicoli possono essere guidati dai neopatentati?

Per i primi 12 mesi dal conseguimento della patente di guida, i neopatentati possono guidare soltanto veicoli il cui rapporto tra peso e potenza non superi i 55 kW per tonnellata e i veicoli che non abbiano una potenza superiore ai 70 kW, che corrispondono a circa 95 cavalli.

Quali sono i limiti di velocità per i neopatentati?

I neopatentati, ovvero le persone che hanno conseguito la patente da meno di 3 anni, sono tenuti in questo lasso di tempo, a rispettare il limite di 100 km/h per la guida in autostrada e di 90 km/h per quella su strade urbane principali.

Cosa rischia un neopatentato per eccesso di velocità?

Le sanzioni per eccesso di velocità prevedono multe a partire da 161 euro e la decurtazione dei punti sulla patente, che può essere di 6, 12 o 20 punti, rispettivamente per il superamento dei limiti di velocità compresi fra 10 e 40 km/h, fra 40 e 60 km/h, superiori a 60 km/h.