25 nov 2020
Diritto Penale

Violenza psicologica: come difendersi

Come aiutare una persona vittima di violenza psicologica: quali sono i reati per i quali può essere punita e cosa fare per difendersi.

Accanto alle forme di violenza esplicita, che lascia segni tangibili sul corpo e che è facile da dimostrare, esiste un’altra forma molto più subdola, che viene vissuta ogni giorno di migliaia di persone: la violenza psicologica

Anche la violenza psicologica è reato e può essere denunciata alla Procura della Repubblica, sebbene riuscire a provare la sua esistenza non è sempre facile. 

In questa guida prenderemo in esame quali sono i modi attraverso i quali si può subire violenza psicologica e come chiedere aiuto rivolgendosi alle autorità competenti affinché venga punita. 


Esiste il reato di violenza psicologica?


La violenza psicologica non viene definita in modo esplicito nel Codice penale con la denominazione di “reato di violenza psicologica”. Tuttavia, a seconda del modo in cui viene perpetrata può rientrare nelle seguenti tipologie di reato:


Spesso chi subisce violenza psicologica, a prescindere dal fatto che sia una donna o un uomo, tende a non denunciare l’accaduto per paura di possibili ritorsioni, soprattutto quando la violenza viene subita in famiglia

La violenza psicologica nel Codice penale


La violenza psicologica si può manifestare in modi diversi: per esempio, nel reato di maltrattamenti in famiglia, disciplinato dall’articolo 572 del Codice penale, nel quale ci possono essere violenze non solo di tipo fisico ma anche, per l’appunto, psicologico all’interno del nucleo familiare. 

Il reato di minaccia, punito dall’articolo 612 del Codice penale, consiste proprio in una violenza che si manifesta tramite le parole che vengono rivolte alla vittima, incutendo in lei dei timori, come quello di poter perdere la vita. 

violenza psicologica

Troviamo poi:


Come difendersi


Come si reagisce alla violenza psicologica? Trovando il coraggio di denunciare quanto vissuto alla Procura della Repubblica e cercando di non far passare troppo tempo perché quando si tratta di violenza la situazione potrebbe degenerare nel giro di pochissimo tempo. 

La violenza psicologica non è facile da dimostrare a differenza la violenza fisica, ma è possibile comunque reperire le prove necessarie che potranno essere utili a confermare il contenuto delle proprie denunce davanti al giudice. 

violenza psicologica

Quali sono le prove che si possono usare per dimostrare la violenza psicologica? Si tratta, per esempio:


Come si denuncia


La violenza psicologica può essere denunciata rivolgendosi direttamente alle Forze dell’ordine, oppure, nel caso in cui si avessero difficoltà motorie, chiamando il numero 113 per richiedere il servizio di denuncia a domicilio. 

La denuncia dovrà contenere il maggior numero di dettagli possibili sui fatti, i luoghi e i tempi della violenza psicologica subita e potrà essere sporta:

  1. in forma orale: in questo caso sarà il Pubblico ufficiale a occuparsi della redazione del verbale;
  2. in forma scritta: si dovrà quindi compilare l’apposito modulo che è disponibili presso gli uffici delle Forze dell’ordine. 

Queste ultime avranno il compito di verificare di quale tipo di reato si tratta e intervenire di conseguenza. 

Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!