Responsabilità civile

Cani sui mezzi pubblici: cosa dice la legge e gli obblighi da rispettare

La legge che regola il trasporto dei cani sui mezzi pubblici e gli ordinamenti in vigore nelle grandi città.

Gli
animali sui mezzi di trasporto pubblico





Che sia un autobus cittadino, un tram, la metropolitana o un pullman, non ci sono leggi esplicite che vietino ai possessori di un animale domestico di portarlo con sé su un mezzo di trasporto pubblico.





Non è quindi possibile salire su un autobus con una tigre al guinzaglio, ma lo si può fare con un gatto o con un cane, il quale dovrà essere tenuto al guinzaglio e munito di una museruola.





Nonostante questa premessa generale, sono poi le singole aziende che si occupano del trasporto pubblico o le società private che gestiscono i pullman a fissare eventuali norme e limitazioni che potrebbero impedire di salire a bordo del mezzo in compagnia del proprio animale domestico.





In questa guida saranno presentate quali sono le condizioni generali che regolano l’accesso dei cani, o dei gatti, sui mezzi pubblici, con il dettaglio di come funziona in alcune delle città più grandi d’Italia, quali Milano e Roma.







Posso
portare il cane sull’autobus urbano?





I padroni di un cane hanno diversi obblighi e responsabilità nei confronti del proprio animale domestico, quali quello delle vaccinazioni, quello di stare attenti affinché l’animale non arrechi disturbo alla quiete pubblico, specialmente nei casi in cui si abitasse in un condominio, o quello di far indossare la museruola all’animale in determinate circostanze.





Come anticipato nelle righe precedenti, sono le singole aziende che gestiscono il trasporto pubblico delle varie città a introdurre eventuali specifiche nel regolamento da rispettare. Parlando dell’autobus urbano, in linea generale, valgono i seguenti principi:









cane sui mezzi pubblici la normativa




Nel caso in cui il proprio cane dovesse causare danni nel momento in cui si trova sul mezzo pubblico, il padrone sarà tenuto a risarcirli. Vi rientrano anche episodi di sporcizia a scapito di un altro passeggero, come il caso di un cane che fa la pipì sulle scarpe di qualcuno.





Per quanto riguarda i cani guida per non vedenti, il loro accesso, per di più gratuito, sui mezzi pubblici è sempre consentito, a meno che il soggetto non vedente non sia già insieme a un accompagnatore che usufruisca del viaggio gratuito.





È possibile che l’autista si rifiuti di far salire il cane sull’autobus? Potrebbe capitare nel caso in cui il mezzo fosse particolarmente affollato oppure in quello in cui ci fossero già 3-4 cani a bordo.





Il
cane può salire in metropolitana?





Le condizioni che regolano il trasporto dei cani in metropolitana vengono indicate dalle aziende locali, ma le norme tendono generalmente a essere più o meno le stesse. A Roma e a Milano possono salire in metropolitana:









Per quanto riguarda i cani di taglia media e grande, potranno salire in metro solo nei momenti in cui l’affluenza è ridotta, quindi non sarà possibile farlo nelle seguenti fasce orarie:





  1. dalle 7:30 alle 9:30;
  2. dalle 17:30 alle 20:30, fatta eccezione per i cani guida dei soggetti non vedenti.




I cani da caccia possono salire a bordo soltanto:









Come
funziona per i gatti?





I gatti possono essere portati con sé sui mezzi pubblici, ma devono essere trasportati all’interno di un contenitore, che potrà essere un trasportino, una gabbia oppure una semplice cesta. L’importante è che:









Il singolo proprietario può portare con sé fino a un massimo di due contenitori, che sarebbe meglio coprire per evitare che l’animale si impaurisca durante il trasporto.





Bisogna inoltre prestare particolare attenzione all’eventuale presenza di un cane sul mezzo che, alla vista del gatto, potrebbe avere una reazione improvvisa e difficile da controllare.





I
cani viaggiano gratis sui mezzi pubblici?





La regola generale prevede che ogni passeggero che si sposti con un mezzo pubblico debba pagare il biglietto per poterlo utilizzare, quindi in linea teorica anche i cani (e i gatti) sarebbero considerati soggetti paganti.





Tuttavia, esistono una serie di eccezioni:













cani e gatti biglietto mezzi pubblici




A Napoli il biglietto è gratuito soltanto per i cani di piccola taglia, mentre per i cani di taglia media e grande si dovrà il biglietto. La gratuità del biglietto è valida anche a Torino e Bari, ma solo per i cani di piccola taglia. Quelli più grandi non sono ammessi sui mezzi pubblici.





I proprietari degli animali domestici dovranno portare con sé il libretto sanitario europeo, che dovrà essere esibito su richiesta al personale che lavora sui mezzi.





Il
trasporto del cane sul pullman è consentito?





Come funziona nel caso di autobus extraurbano, ovvero di quello che si sposta da una città ad un’altra? Ancora una volta le regole dipendono dalle carte di mobilità delle singole aziende, che in genere sono società private.





Solitamente, considerata anche la lunghezza delle tratte coperte da questi mezzi di trasporto, vengono ammessi soltanto i cani di piccola taglia, oppure i gatti, che dovranno viaggiare all’interno dell’apposito trasportino.





In questo caso specifico anche i cani di piccola taglia dovranno essere dotati di guinzaglio e museruola. In merito al prezzo, dipende tutto dalla società con la quale si sceglie di muoversi:









Quando
è obbligatoria la museruola?





Il 6 agosto del 2013 è stata emanata l’Ordinanza sull’incolumità pubblica, con la quale sono state indicate le norme che regolano l’obbligatorietà della museruola. Il documento prevede che la museruola sia obbligatoria, ma ciò non significa che il cane debba indossarla obbligatoriamente.





Il padrone è comunque tenuto a portarla sempre con sé in modo tale da applicarla nel caso in cui dovessero presentarsi delle situazioni potenzialmente rischiose per l’incolumità di qualcun altro, persona o animale che sia. Qualora si dovesse essere beccati senza museruola, si pagherebbe una multa fino a un massimo di 150 euro.





Il
proprietario del cane è sempre responsabile:









In
quali luoghi la museruola è sempre obbligatoria?





Abbiamo
detto che la museruola deve essere utilizzata per i cani di taglia
media e grande quando si trovano sui mezzi pubblici e, in alcuni
casi, anche dai cani di piccola taglia. I padroni dovranno portare
sempre con sé la museruola:









Il
termine luogo pubblico si riferisce:





  1. alle aree alle quali può avere accesso un numero indeterminato di persone;
  2. sia alle aree all’aperto, come i parchi, sia a quelle al chiuso, come gli uffici di una Pubblica Amministrazione.




L’espressione luoghi aperti al pubblico fa riferimento a quelli di proprietà di privati cittadini, come per esempio un ristorante o un negozio.





Le eccezioni previste





Anche in questo caso, esiste un’eccezione che è rappresentata dai cani-guida, i quali:









Ulteriori eccezioni sono
poi costituite dai: