15 mag 2021
Diritto Penale

Una denuncia rientra nei carichi pendenti?

Cos'è il certificato dei carichi pendenti, come si richiede e cosa succede a livello di fedina penale nel caso in cui si dovesse ricevere una denuncia.

Nonostante non sia legittimo, potrebbe capitare che nel momento in cui si sta cercando un nuovo impiego, il datore di lavoro richieda il certificato dei carichi pendenti

Supponiamo di essere stati denunciati da qualcuno, in passato, per una minaccia verbale: tale denuncia sarà presente sul certificato e potrà in qualche modo compromettere la nuova assunzione? Vediamo di seguito come stanno realmente le cose.


Il certificato dei carichi pendenti


La prima cosa che è bene chiarire riguarda cosa sia il certificato dei carichi pendenti. Si tratta del documento sul quale vengono riportati i procedimenti penali pendenti a carico di una determinata persona. 

Nello specifico, al suo interno saranno indicati:


A questo proposito è bene sottolineare che il certificato dei carichi pendenti contiene soltanto i procedimenti che non sono stati ancora conclusi: per conoscere quelli per i quali è già stata emessa una sentenza di condanna, sarà necessario richiedere il casellario giudiziale

denuncia certificato carichi pendenti

Come si richiede


Come funziona la richiesta del certificato dei carichi pendenti? Bisognerà rivolgersi all’ufficio del casellario giudiziale che è presente in ogni procura della Repubblica, a prescindere da quale sia il proprio luogo di nascita o di residenza. 

Si dovranno pagare delle marche da bollo che avranno un importo fisso: sul certificato saranno riportati soltanto i procedimenti in corso relativi al tribunale al quale ci si rivolge. 

Questo significa che se si avessero dei procedimenti penali pendenti presso il tribunale di Milano, ma ci si rivolgesse a quello di Roma non se ne potrà avere notizia, ma si dovrà richiedere il certificato dei carichi pendenti esplicitamente alla procura della Repubblica di Milano.

Il certificato dei carichi pendenti:

  1. dovrà essere richiesto dalla persona interessata o da un suo delegato, che dovrà essere munita di un documento di riconoscimento in corso di validità;
  2. avrà una durata di 6 mesi dal momento in cui viene rilasciato. 

Le denunce sono presenti sul certificato?


Una denuncia rappresenta, di solito, l’inizio di un’indagine, quindi di un procedimento penale. Nell’ipotesi in cui per il giudice non siano presenti prove sufficienti per perseguire il soggetto denunciato o per affrontare un processo, la denuncia sarà archiviata

La fase che intercorre tra la denuncia e il processo o l’archiviazione, ovvero quella procedimentale, non sarà riportata tra i carichi pendenti. Di conseguenza, se si vuole sapere se ci siano indagini in corso su una persona che ha ricevuto una denuncia, bisognerà richiedere il registro delle notizie di reato

denuncia certificato carichi pendenti

Cos’è il registro delle notizie di reato


Il registro delle notizie di reato contiene l’elenco di tutte le denunce ricevute da un determinato soggetto, che vengono inviate al Pubblico Ministero. 

Questo significa che per sapere con certezza se nei propri confronti ci siano delle indagini in corso si dovrà richiedere il certificato di iscrizione nel registro delle notizie di reato. Si potranno così avere informazioni certe sia sulle denunce, sia sulle indagini. 

Denuncia sul certificato carichi pendenti – Domande frequenti


Quali reati vengono iscritti nel casellario giudiziale?

Il casellario giudiziale riporta i reati per i quali è già stata emessa una sentenza penale di condanna. 

Cosa compare sul certificato carichi pendenti?

Il certificato dei carichi pendenti contiene i procedimenti penali pendenti in carico a un dato soggetto. 

Come faccio a sapere se ho procedimenti penali in corso?

Per conoscere se ci sono dei procedimenti penali in corso a proprio carico, sarà necessario richiedere il certificato dei carichi pendenti.