03 set 2020
Giurisprudenza

Prossimo concorso magistratura 2020: quali sono le date e i requisiti 

Quali sono i requisiti per fare domanda di partecipazione al concorso magistratura 2020 e come funziona l’esame. 

Le date 2020





Sulla base di quanto riportato sulla Gazzetta Ufficiale n. 57 del 24 luglio 2020, la pubblicazione delle date del concorso magistratura 2020 è stata prorogata al 25 settembre, dopo un primo rinvio avvenuto il 24 luglio scorso. 





In tale giorno sarà reso noto il calendario delle prove scritte del Concorso Ministero Giustizia per 310 posti di magistrato ordinario, che permetterà a chi spera di intraprendere la carriera di magistrato di provare a realizzare il suo sogno. 





Sul relativo bando sono state riportate le modalità di partecipazione al concorso, ovvero quali sono i requisiti richiesti e quale sarà l’iter di selezione: di seguito sarà presentato nel dettaglio il suo contenuto e come fare domanda per partecipare al concorso magistratura 2020







I requisiti





Gli aspiranti magistrati che intendono partecipare al concorso magistratura previsto per il 2020 dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:









concorso magistratura




I candidati dovranno inoltre rientrare, senza possibilità di cumulare le anzianità di servizio previste come necessarie nelle singole ipotesi, in una delle seguenti categorie:









Possono inoltre fare domanda tutti coloro che risultano:









Versamenti richiesti





Chi rientra nei requisiti elencati nel paragrafo precedente, dovrà anche essere in regola con il pagamento del diritto di segreteria: al fine di coprire le spese della procedura concorsuale, dovrà essere versata la somma di 50 euro. La ricevuta o gli estremi del versamento dovranno poi essere allegati alla domanda di partecipazione. 





Il pagamento dovrà essere effettuato:





  1. tramite bonifico bancario o postale sul conto corrente con codice IBAN IT 62O 07601 14500001020172217, intestato alla Tesoreria dello Stato, capo XI, capitolo 2413, articolo 17;
  2. tramite bollettino postale sul conto corrente postale n. 1020172217, intestato alla Tesoreria dello Stato, capo XI, capitolo 2413, articolo 17, oppure mediante versamento in conto entrate tesoro, capo XI, capitolo 2413, articolo 17, presso una qualsiasi Tesoreria dello Stato. 




Come inviare la domanda di partecipazione





La domanda di partecipazione dovrà essere inviata per via telematica tramite il sito del Ministero della Giustizia, www.giustizia.it, nella sezione Strumenti/Concorsi > esami > assunzioni.





Dovrà essere effettuata la registrazione, inserendo:









Si dovrà poi compilare il modulo disponibile: una volta completata l’operazione si riceverà una notifica di avvenuta ricezione e un pdf intitolato “domanda di partecipazione”. Tale file dovrà essere stampato, firmato e scansionato in formato pdf, assieme alla copia del proprio documento di identità e alla ricevuta del versamento





I tre file scansionati dovranni poi essere caricati sul sito:









Nel caso di invio di più domande, che dovranno essere presentate nel rispetto della scadenza indicata sul bando, il sistema prenderà in considerazione soltanto l’ultima tra quelle ricevute. 





Contenuto della domanda





La domanda di partecipazione al concorso di magistratura dovrà contenere le seguenti informazioni sul candidato:









I portatori di handicap con l’esigenza di essere aiutati durante le prove scritte dovranno indicare sia l’ausilio di cui hanno bisogno sia l’eventuale esigenza di un lasso di tempo extra per lo svolgimento della prova. Saranno inoltre tenuti a rendere noti gli estremi della certificazione medica relativa al loro handicap





concorso magistratura




I candidati dovranno inoltre dichiarare:









Le prove





Gli aspiranti magistrati dovranno sostenere una prova scritta e una prova orale. La prova scritta consisterà nello svolgimento di 3 temi, che verteranno sulla seguenti materie:





  1. diritto civile;
  2. diritto penale;
  3. diritto amministrativo. 




Gli elaborati dovranno essere consegnati in un tempo massimo di 8 ore dalla dettatura della traccia: è possibile esercitarsi prendendo come riferimento le tracce assegnate nei concorsi magistratura degli anni precedenti. 





La prova orale potrà essere sostenuta solo nel caso di superamento della prova scritta, con il raggiungimento di un punteggio minimo di 12/20 per ciascuno dei 3 temi. 





L’esame finale baserà sulle materie seguenti: