30 lug 2020
Tasse e imposte

DSU 2020: come funziona la richiesta online per ISEE

Cos'è, a cosa serve e come funziona la Dichiarazione Sostitutiva Unica precompilata online.

Cos’è
la DSU





DSU, acronimo di Dichiarazione Sostitutiva Unica, è il documento con il quale è possibile richiedere l’ISEE, ovvero l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente: nella versione precompilata, disponibile in via sperimentale, sono contenuti i dati autodichiarati dall’utente e quelli precompilati forniti sia dall’Agenzia delle Entrate sia dall’INPS.





Negli anni sono stati introdotti alcuni cambiamenti e la DSU è stata riorganizzata con la suddivisione in 8 moduli. Ne esistono diverse tipologie, quali la DSU mini, che rappresenta il modello base e la DSU Isee corrente, che si sono affiancate alla DSU integrale.





Come funziona, nella pratica, la DSU? Quali sono i dati in essa contenuti e quali le differenze tra i vari modelli esistenti? Di seguito saranno presentati tutti i chiarimenti sulla DSU, comprensivi dei vari moduli da compilare per la compilazione del documento.







Come
funziona la Dichiarazione Sostituiva Unica





La DSU precompilata può essere acquisita tramite l’inserimento degli elementi di riscontro che vengono controllati preliminarmente dall’Agenzia delle Entrate.





Le informazioni contenute nell’ultima DSU possono essere precaricate in quanto sono già presenti nel sistema informativo dell’ISEE. Dopo la presentazione della DSU, si otterrà una ricevuta di presentazione, che non coincide con il calcolo dell’ISEE.





Gli elementi di riscontro sono di due tipi: uno è relativo al reddito, l’altro al patrimonio mobiliare, e si riferiscono all’anno solare precedente la presentazione della DSU. Nello specifico, per quanto riguarda gli elementi di riscontro relativi al reddito, dovrà essere indicato:









In merito al patrimonio mobiliare, qualora il suo valore fosse inferiore a 10.000 euro, si dovrà indicare:





  1. l’esistenza di rapporti finanziari il cui valore complessivo sia inferiore all’importo sopra indicato;
  2. o, in alternativa, l’assenza di rapporti.




Se al 31 dicembre del secondo anno precedente, il patrimonio mobiliare fosse pari o superasse i 10.000 euro, si dovrà invece indicare:













dsu isee 2020




Quali sono i dati precompilati





I dati precompilati presenti nella DSU e che riguardano il reddito e il patrimonio sono:









I
dati autodichiarati





In seguito alla precompilazione, dovranno essere autodichiarati, assumendosene la responsabilità, anche sotto il profilo penale:









I
dati precaricati





Potranno poi essere precaricati i dati contenuti nei quadri che si riferiscono a:





  1. la composizione del nucleo familiare;
  2. la casa di abitazione;
  3. gli assegni periodici per coniuge e figli;
  4. gli autoveicoli e altri beni durevoli;
  5. condizioni di disabilità e non autosufficienza.




I
vari modelli DSU





A partire dal 2015, la DSU necessaria per il calcolo ISEE è stata suddivisa in tre modelli:









La DSU mini rappresenta la Dichiarazione Sostitutiva Unica più utilizzata, in quanto serve a richiedere l’ISEE ordinario e per buona parte delle prestazioni assistenziali e sociali. Vi sono contenute le informazioni riguardanti il nucleo familiare e quelle anagrafiche, reddituali e patrimoniali sui vari componenti.





Una parte dei dati contenuti nella DSU mini è autodichiarata, mentre un’altra parte è precompilata dall’Agenzia delle Entrate e dall’INPS sulla base dei dati presenti sui loto rispettivi sistemi.





dichiarazione sostitutiva unica




La DSU integrale – chiamata anche DSU ordinaria o estesa – è, come suggerisce il nome stesso, una dichiarazione più completa, che può essere utilizzata per altre forme di prestazione, come quelle riguardanti il diritto allo studio universitario, oppure quando in famiglia siano presenti soggetti con disabilità o non autosufficienti, o ancora in presenza di figli di genitori non coniugati né conviventi.





Infine, la DSU ISEE corrente viene utilizzata per integrare il modello ISEE, ovvero per ricalcolare la situazione economica del nucleo familiare in seguito ad alcuni cambiamenti importanti: la si può utilizzare nel caso di una variazione reddituale superiore al 25%, o qualora cambiasse la situazione lavorativa anche di un solo componente nel nucleo familiare.





Ai fini del calcolo ISEE la DSU dovrà essere consegnata:









DSU
2020: i moduli da compilare





Sono 8 i moduli che compongono la Dichiarazione Sostitutiva Unica: i primi due sono indispensabili per il modello base, mentre gli altri 6 sono relativi a casi specifici.






Modulo

Cosa Contiene

Modulo
MB1

Dati riguardanti il nucleo familiare e la casa di abitazione

Modulo FC1
Informazioni su ogni membro del nucleo familiare, generalità, reddito, patrimonio mobiliare e immobiliare

Modulo MB2

Riguarda l’accesso
alle
prestazioni relative al diritto allo studio universitario e ai
figli minorenni nel caso in cui i genitori non risultino né
coniugati né conviventi

Modulo MB3

Riguarda le
prestazioni socio-sanitarie: contiene i dati
sul beneficiario della prestazione, sui familiari, sui figli non
ricompresi nel nucleo familiare e su eventuali donazioni di
immobili

Modulo MB1-rid

Da utilizzare in
alternativa al modello MB1, qualora si voglia considerare soltanto
il nucleo familiare ristretto, composto da coniuge e figli: si
utilizza per le prestazioni socio-sanitarie di persone
con disabilità e/o non autosufficienti maggiorenni, o per le
prestazioni connesse ai corsi di dottorato di ricerca

Modulo FC2
Si utilizza solo se nel nucleo familiare siano presenti soggetti con disabilità o non autosufficienti: contiene generalità, livello di disabilità, spese per prestazioni

Modulo FC3
Dati di reddito: si utilizza nelle famiglie in cui siano presenti soggetti esonerati dalla dichiarazione o in caso di sospensione degli adempimenti tributari per eventi eccezionali

Modulo FC4

Utilizzato per il
calcolo della componente aggiuntiva, per esempio dal genitore non
convivente che richiede prestazioni per i figli: contiene i dati
del nucleo familiare della componente aggiuntiva




Dichiarazione sostitutiva unica – Domande frequenti





Quando si presenta la DSU?

In genere la DSU viene utilizzata per richiedere prestazioni sociali agevolate o servizi sociali assistenziali che vengono erogati in base al reddito del nucleo familiare.

Dove trovo il DSU?

La DSU deve essere compilata e presentata in Comune, presso l’ente che eroga una prestazione, presso un CAF o sul sito dell’INPS.

Cosa si intende per DSU?

DSU è l’acronimo di Dichiarazione Sostitutiva Unica, il documento necessario per richiedere il calcolo dell’ISEE.