26 ott 2021
Diritto Penale

Quando uno scherzo diventa punibile?

Quali sono i casi in cui uno scherzo può essere considerato un reato? Cosa si rischia? Vediamo di seguito cosa dice il nostro ordinamento giuridico.



Il reato di molestie telefoniche


Si tratta di un reato che fa riferimento all’articolo 660 del Codice penale, titolato Molestia o disturbo alle persone, nel quale si legge che:

“Chiunque, in un luogo pubblico o aperto al pubblico, ovvero col mezzo del telefono, per petulanza o per altro biasimevole motivo, reca a taluno molestia o disturbo è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda fino a euro 516”.

Il reato scatta nel momento in cui si interferisce nella sfera di libertà di un’altra persona arrecandole disturbo. In assenza di disturbo potrebbe anche non esserci reato. Se, quindi, lo scherzo termina con una risata reciproca, non sarà considerato un illecito penale. 

Leggi anche: “Reato di atti persecutori“.

scherzo punibile

Quando lo scherzo diventa punibile?


Quello che in apparenza potrebbe essere considerato uno scherzo innocente e banale, diventa punibile quando:


Nella pratica, integra il reato di molestia o disturbo disciplinato dall’articolo 660 c.p. ogni condotta che sia oggettivamente idonea a turbare l’equilibrio psicofisico di una persona o a interferire con le condizioni di lavoro o di riposo di una persona normale. Anche uno scherzo potrebbe essere idoneo. 

Secondo alcune sentenze della Cassazione, è punibile anche una sola telefonata di pochi secondi o la telefonata “muta”, così come i semplici squilli. L’orientamento maggioritario, però, ritiene che il comportamento debba essere reiterato, quindi caratterizzato dalla petulanza. 

Procedibilità


Questa tipologia di reato è procedibile d’ufficio: di conseguenza, anche nel caso in cui la vittima dovesse ritirare la querela presentata, la Procura potrà andare comunque avanti nel procedimento. 

Come si prova una molestia telefonica?


Il fatto di subire delle molestie telefoniche può essere provato in tanti modi diversi, come per esempio i tabulati telefonici.

A questo proposito, è comunque importante sapere che le dichiarazioni della vittima possono avere un valore di prova nel corso del processo penale solo se:

  1. non vengono contraddette da altri elementi;
  2. sono sottoposte a un vaglio di attendibilità da parte del giudice. 

La testimonianza della vittima potrà essere confermata da altri testimoni, che erano presenti nel momento in cui si è verificato lo scherzo o che ne sono stati messi a conoscenza. 

scherzo punibile

Lo scherzo può tradursi anche in reato di stalking, ingiuria o diffamazione


A seconda del modo in cui viene praticato, uno scherzo può trasformarsi anche in altre fattispecie di reato, tra le quali rientrano, oltre alla già citata molestia, 


Per poter parlare di stalking, lo scherzo deve essere non solo pesante e ripetuto nel tempo, ma suscitare anche ansia, paura o timore nella vittima, al punto da provocare un cambiamento nelle sue abitudini di vita. 

Nel caso in cui lo scherzo consista in un’ingiuria, la persona che lo commette rischia di essere punita con una sanzione fino a 12.000 euro, oltre che dover pagare il risarcimento del danno

Bisogna anche considerare che uno scherzo potrebbe avere conseguenze imprevedibili sulla salute fisica di chi lo subisce e risultare letale: si potrebbe dunque rischiare un processo per omicidio colposo o per lesioni gravi

Denuncia per scherzo – Domande frequenti


Cosa succede se ti denunciano per scherzi telefonici?

Potresti essere accusato per il reato di molestia, per il quale è prevista la reclusione fino a 6 mesi e una ammenda fino a 516 euro. 

Come capire se uno scherzo è andato troppo oltre? 

Nel momento in cui lo scherzo arreca un disturbo alla condizione psico-fisica della persona che lo subisce, allora potrebbe essere punito dal punto di vista legale


Hai bisogno di una consulenza legale su questo argomento?
Invia la tua richiesta, hai a disposizione più di 1000 avvocati pronti a rispondere!