Giurisprudenza

Codici raccomandata: come conoscere il mittente senza andare in posta

Dal colore dell’avviso di giacenza e dai codici presenti sul cartoncino è possibile capire la tipologia di contenuto di una raccomandata: ecco cosa sapere.

Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di non essere in casa nel momento in cui arriva una lettera raccomandata. In questa evenienza, la lettera viene depositata in giacenza alla posta e si riceve un avviso di giacenza nel quale viene indicato il luogo nel quale è possibile ritirarla, entro un mese di tempo dalla notifica di giacenza.





Forse non tutti hanno fatto caso al fatto che i numeri riportati sull’avviso di giacenza non sono tutti uguali: al contrario dai codici della raccomandata e dal colore dell’avviso di giacenza è possibile risalire alla tipologia di contenuto e, dunque, al possibile mittente.





Vediamo di seguito il significato dei colori e di tutti i codici della raccomandata che si possono ricevere a seconda del contenuto presente al suo interno, che potrebbe anche essere un atto giudiziario.







Codici
raccomandata: gli effetti della raccomandata





Una lettera raccomandata produce degli effetti nel momento in cui viene inviata all’indirizzo corretto del destinatario, a prescindere dal fatto che poi quest’ultimo la riceva, decida di rifiutarla o si trovi lontano da casa nel momento in cui il postino la consegna.





Leggermente diverso è, invece, il caso di un atto giudiziario, i cui effetti sono validi soltanto dal momento in cui la busta viene effettivamente consegnata o da quello in cui si dichiara di non volerla accettare.





Nel caso in cui il postino non trovi in casa il destinatario di una raccomandata, lascia presso la sua abitazione un avviso di giacenza: si avranno 30 giorni di tempo (180 nel caso di un atto giudiziario) per andare a ritirare la raccomandata presso l’ufficio postale che è stato indicato.





Com’è fatto l’avviso di giacenza





L’avviso di giacenza, chiamato anche raccomandata indescritta, è costituito da un biglietto bianco o verde, che potrebbe ricordare uno scontrino, nel quale sono riportati i codici raccomandata: ogni raccomandata è infatti dotata di un codice che la identifica in modo univoco.





Oltre al
codice raccomandata, nell’avviso di giacenza vengono indicati:





  1. il luogo nel quale ritirare la raccomandata;
  2. il giorno a partire dal quale è possibile effettuare il ritiro;
  3. gli orari dell’ufficio postale.




Molto importante è anche il colore dell’avviso di giacenza, al quale bisogna prestare attenzione in quanto:









colore avviso di giacenza




Codici raccomandata: come sono fatti





Passiamo all’analisi del vero tratto distintivo di una raccomandata, ovvero i codici che sono riportati sull’avviso di giacenza. In primo luogo, è bene ribadire il fatto che le raccomandate hanno tutte un codice univoco e che non è possibile trovare due raccomandate con lo stesso codice.





L’elemento più importante, ovvero quello che si mantiene costante, è rappresentato dalle prime tre cifre: questi tre valori si riferiscono a una particolare tipologia di contenuto e sono quelli da prendere in esame per comprendere la tipologia di raccomandata che è stata ricevuta.





Una prima
distinzione è relativa alla modalità di invio della raccomandata, che può
essere di tipo semplice o veloce:









Il codice raccomandata 573





Si tratta di un codice che si riferisce a una comunicazione che arriva da parte dell’Agenzia delle Entrate. Non si tratta di un atto giudiziario, ma di una comunicazione, come per esempio una notifica relativa a una multa o un’imposta che non sono state pagate.





Lo stesso
si può dire:









I codici raccomandata relativi agli atti
giudiziari





A differenza delle comunicazioni contenuti nelle lettere raccomandate, che vengono consegnate da un postino, gli atti giudiziari vengono recapitati tramite un ufficiale giudiziario del Tribunale, al quale può rivolgersi sia un avvocato, quindi un privato, sia un organo giudiziario.





Esempi
di atti giudiziari possono essere:









I codici relativi agli atti giudiziari sono 75, 76, 77, 78, 79 e i loro derivati, ovvero 781, 782, 783, 786, 787, 788, 789. Possono indicare anche multe e contravvenzioni, oppure un controllo sulla dichiarazione dei redditi da parte dell’Agenzia delle Entrate.





I codici raccomandata più comuni





Di seguito saranno annoverati i codici raccomandata che capita di leggere con maggiore frequenza sull’avviso di giacenza e qual è la tipologia di documento alla quale fanno riferimento.





Codice raccomandata Si riferisce a
608 e 609Atti della pubblica amministrazione o provenienti da un ente pubblico
612, 614 e 693Istituti di credito, compresa la stessa Poste Italiane, per comunicazioni relative al conto corrente, al mutuo, a un finanziamento attivo, a una carta prepagata, a un libretto di risparmio
616Comunicazioni di diverso genere, quali per esempio un avviso per il mancato pagamento del bollo auto, una comunicazione da parte della propria compagnia assicurativa, un sollecito di pagamento relativo a una bolletta, una contestazione IMU
6161Comunicazione dal Fondo di Previdenza Integrativo
617, 648, 649, 669Documenti inviati da banche e istituti di credito, che potrebbero contenere carte di credito o bancomat. Potrebbe trattarsi anche di un sollecito di pagamento da parte di un’azienda oppure di un richiamo da parte della propria casa automobilistica a portare il proprio veicolo presso un’officina autorizzata per problemi di diverso tipo
628Si tratta di un altro codice generico, che può riguardare comunicazioni varie relative al pagamento del bollo auto, oppure alla segnalazione di un mancato pagamento, ma potrebbe trattarsi anche della raccomandata inviata da un avvocato
665Si tratta del codice che viene utilizzato per inviare le comunicazioni relative ai sinistri stradali e quelle inviate dalle compagnie assicurative
668Vi rientrano tutte le comunicazioni di natura amministrativa e giudiziaria, come per esempio gli avvisi di garanzia, le citazioni in Tribunale, le multe stradali, i mandati di comparazione e qualsiasi altra tipologia di richiesta proveniente dall’autorità pubblica
670, 671, e 689Si tratta delle raccomandate che contengono le cartelle di pagamento, ovvero quelle che provengono da Agenzia delle Entrate-Riscossione, l’ente esattore dei tributi per Stato, Regioni e Comuni
63, 65, 630 e 650Atti dell’INPS, che possono riguardare le pensioni, eventuali benefici previsti per gli invalidi e i portatori di handicap, le visite mediche. Il codice 650 fa riferimento dalle pensioni, ma anche a eventuali cambiamenti relativi alle contribuzioni




Codici raccomandata Nexive: cosa sono





Esistono, infine, alcuni codici un po’ più particolari, ovvero quelli di Nexive, servizio di posta privata al quale si affidano diversi enti locali. La Legge di Bilancio 2019 aveva decretato la possibilità di poter utilizzare non solo Poste Italiane, ma anche altri servizi privati per l’invio di raccomandate.





Quelle inviate con Nexive non sono atti giudiziari o multe, ma sono relative ad altre tipologie di comunicazione. Tra i codici che è possibile leggere sull’avviso di giacenza, in questo caso ci sono:









Quali sono i codici più indesiderati?





A conti fatti, le
raccomandate che si spera di non dover aprire mai sono quelle contrassegnate
dai seguenti codici:









Codice raccomandata – Domande frequenti





Cosa indica il colore verde dall’avviso di giacenza?

L’avviso di giacenza è il foglio che il postino lascia nella cassetta delle lettere del destinatario di una raccomandata nel caso in cui non lo trovi in casa. Quando è verde contiene atti giudiziari, multe e contravvenzioni, se è di colore bianco contiene altre tipologie di comunicazione, che non costituiscono un atto giudiziario.

Qual è il codice raccomandata che indica una cartella di pagamento?

I codici relativi alle cartelle di pagamento sono 670, 671, e 689: sono le raccomandate inviate dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione, l’ente esattore dei tributi per Stato, Regioni e Comuni.

Cosa vuole dire il codice raccomandata 573?

Il codice raccomandata 573 si riferisce a una comunicazione che arriva da parte dall’Agenzia delle Entrate, così come i codici 613 e 615. Non si tratta, comunque, di un atto giudiziario.

Quale parte del codice raccomandata deve essere considerata?

Le raccomandate sono caratterizzate da un codice univoco: non esistono raccomandate che possono avere lo stesso codice. Quello che le accomuna sono i primi tre numeri del codice che vengono utilizzati per indicare il tipo di comunicazione o atto che è contenuto all’interno della busta.